Skip links

Gruppo Enercom: una storia ben riuscita di corporate identity

Raccontare dei nostri clienti, siamo sinceri, ci fa sempre molto piacere. Soprattutto quando si tratta di aziende serie, di persone in gamba e di una collaborazione a doppio senso di marcia che ci vede protagonisti dei successi che si raccolgono giorno per giorno.

È il caso del Gruppo Enercom, per esempio, per il quale abbiamo curato a tutto tondo la creazione del marchio, il progetto web e la comunicazione corporate nella sua interezza.

Il Gruppo è attivo nel mercato dell’energia in sette aree di competenza variamente articolate, rivolte sia al mondo B2B sia B2C: distribuzione, tradingsmart citysmart home, luce e gas, illuminazione pubblica, efficientamento.

Compiti importanti, gestiti in modo brillante, che hanno la necessità diremmo assoluta di essere comunicati in maniera altrettanto seria, valida e profittevole.

La solidità, la credibilità e il prestigio aziendali sono innegabili e la comunicazione istituzionale doveva riuscire a rendere questi concetti immediatamente percepibili, “raccontando” di innovazione, di responsabilità, di sostenibilità.

Partiamo dal marchio allora, per il quale abbiamo mantenuto il visual hammerdella farfalla, già esistente, con tutte le connotazioni positive che richiama subito alla mente, e nel contempo lo abbiamo colorato in policromia, per sottolineare le diverse entità e le diverse anime che convivono in un gruppo così grande e articolato.

Il posizionamento aziendale, come è giusto che sia, è già tutto presente nel claim: Energia ad arte.

4) Quali sono a vostro avviso le competenze in ambito di marketing e comunicazione, che più vi sarebbero utili? Ipotizzate di formare e far formare tali competenze in azienda o immaginate di rivolgervi ad agenzie e società specializzate?

Sappiamo davvero chi è il nostro cliente? La buyer persona. Conosciamo la concorrenza, come si fa? Come compra il mio cliente? Da chi viene influenzato? Quali obiettivi mi pongo? Come li misuro? I contenuti: cosa sono e perché servono per vendere. Come farsi trovare attraverso contenuti utili. Come superare il blocco del “io non ho niente da dire”. Quali social devo usare? E come?

Per rispondere a tutti questi quesiti è quindi fondamentale avere un piano marketing chiaro e dettagliato sulle attività da sviluppare (che tenga conto anche dei tempi e delle risorse disponibili), al fine di ottenere il miglior risultato possibile dall’utilizzo di questi importanti strumenti.

Le imprese associate al Polo sono sia aziende di grandi dimensioni, che quindi hanno al loro interno un ufficio marketing strutturato, sia aziende di medio-piccole dimensioni che comunque dedicano risorse alla comunicazione, affidandosi magari a agenzie e società specializzate esterne.

5) La Cina è evidentemente “il” mercato su cui è puntata l’attenzione delle aziende italiane per ogni ambito produttivo; in quale modo il Polo vede le aziende cinesi di settore makeup&beauty? Come fornitori di prodotti o materie prime a basso costo? Come partner? Come potenziali competitor?

Uno dei punti di forza del Polo della Cosmesi è quello di supportare le aziende che intendono affacciarsi a nuovi mercati. Il nostro settore, che spazia lungo tutta la “value chain”, dalle materie prime, al prodotto, al packaging, all’automazione è un’eccellenza italiana, e il Polo vuole valorizzare questa filiera nel mondo nonché configurarsi come facilitatore tra le aziende, le idee più innovative e i brand.

Il Gruppo Enercom, cioè, si occupa di energia e lo fa al meglio: lo fa affiancando le amministrazioni pubbliche alla ricerca della massima efficienza e del massimo risparmio, per la sicurezza e il divertimento dei cittadini; lo fa nelle case, per offrire alle famiglie un’abitazione realmente “smart”, da ogni punto di vista; lo fa nelle aziende, che non devono sprecare neppure una minuscola particella di energia per essere davvero solide e competitive.

Lo fa in ogni aspetto della quotidianità, nei condomini, nelle fabbriche, nei cantieri, sulle facciate dei monumenti più belli e significativi del nostro Paese.

Lo fa, soprattutto, con un senso di responsabilità sociale nei confronti dell’ambiente, della comunità e della persona che emergono immediatamente e sono davvero al cuore del businessdi questo grande gruppo.

Vorremmo aggiungere solo poche parole a proposito del sito web, che abbiamo implementato in WordPress perché fosse agile, facile da gestire e da aggiornare, specialmente nella sua sezione magazine.

Il Gruppo è aperto a sfide comunicative e operative sempre nuove, perciò è quanto mai necessario che possa raccontarle “al volo” a chi segue le sue attività e a chi non vuole perdersi proprio niente.

A proposito, avete già letto dell’importante iniziativa Innovation2live? Trovate qui tutti i dettagli di questa Call4Startup davvero interessante.